24/05/2016 - AIRI: Il ruolo delle misure fiscali per il sostegno della ricerca industriale e dello sviluppo tecnologico del Paese

Con le nuove iniziative di politica fiscale per il sostegno della ricerca industriale e dello sviluppo tecnologico il Paese può trovare altre risorse e opportunità per una crescita della sua competitività tecnologica. Infatti è possibile iniziare a sfruttare e sviluppare un’architettura fiscale che supporti la crescita scientifica e tecnologica delle imprese se quest’ultima, nel futuro, procederà all’insegna della semplificazione e di maggiori disponibilità finanziare.

Assegnato il Premio Oscar Masi per l’Innovazione Industriale 2015 a Pirelli Tyre per l’Innovazione CVA – Controllo visivo automatico del pneumatico. “Sistema automatico di analisi del prodotto finito mediante sistemi innovativi di visione artificiale”. In linea con le caratteristiche di Industria 4.0, la tecnologia si candida quale alternativa di gestione efficiente rispetto  all’attuale controllo visivo della qualità nell’ambito della produzione di pneumatici. Un lavoro oggi ripetitivo, faticoso e usurante che la Tecnologia premiata renderà più rapido, più preciso e performante.

Roma, 24 maggio 2016 – Con l’annuale Giornata per l’innovazione industriale, tenutasi oggi a Roma presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche, AIRI – Associazione Italiana per la Ricerca Industriale ha fatto il punto con il Ministero dello Sviluppo Economico e con l’Agenzia delle Entrate sul ruolo delle misure fiscali recentemente varate per il sostegno alla ricerca industriale e allo sviluppo tecnologico del Paese.

La Giornata, aperta dai saluti di Marco Conti, Direttore del Dipartimento Diitet-CNR, ha dato avvio all’incontro / dibattito, moderato da Paolo Gila, giornalista economico finanziario della  RAI , che ha riguardato l’efficacia dell’attuale strutturazione del Credito di imposta e del Patent Box, come misure per una valida base di un nuovo modello di politica di sostegno della R&S tesa a sviluppare l’intera catena del valore generata dalle attività di ricerca delle imprese. Dal dibattito sono emersi alcuni auspicabili miglioramenti del modello per un suo più efficace impatto sulla competitività scientifica e tecnologica dell’industria italiana 

I lavori della giornata sono stati introdotti da Renato Ugo, Presidente dell’AIRI, e da Paolo Messa, Direttore del mensile Formiche e membro del Consiglio d’amministrazione della RAI, che hanno messo in evidenza come tali misure rappresentino un passo importante per colmare il vuoto esistente in Italia riguardo a iniziative fiscali ormai diffuse nei Paesi industrializzati a sostegno dell’innovazione tecnologica, migliorando così anche la percezione all’estero delle opportunità che il sistema Paese offre per gli investimenti in ricerca industriale.

Ranieri Villa, Sts-Deloitte, ha quindi presentato un’analisi comparata internazionale di simili misure fiscali, mettendo in evidenza i punti di forza e debolezza del modello italiano.

A seguire vi sono stati gli interventi istituzionali di Marco Calabrò, Dirigente della Direzione generale per la Politica industriale, la competitività e le PMI del Ministero dello Sviluppo Economico e di Annibale Dodero, Direttore centrale Normativa della Agenzia delle Entrate, che hanno delineato lo scenario attuale e futuro di tali politiche fiscali e di come attivare con successo l’operatività degli attuali strumenti, e cioè il  Credito di imposta e il  Patent Box.

A presentare le opinioni e le aspettative dell’industria su queste recenti iniziative fiscali sono intervenuti gli Amministratori delegati di Dompè, Eugenio Aringhieri, e di Saes Getters, Giulio Canale, che hanno messo in evidenza il molto positivo impatto che il modello fiscale recentemente delineato può avere sulle aziende permettendo più significative iniziative di sviluppo tecnologico e di ricerca industriale.

La Giornata AIRI per l’Innovazione Industriale ha così permesso di analizzare e valutare, sia dal punto di vista delle istituzioni sia da quello delle aziende,  come le nuove politiche fiscali per il sostegno della ricerca industriale e dello sviluppo tecnologico possano essere un valido mezzo per sostenere la competitività, non solo tecnologica, dell’industria italiana e quindi il suo sviluppo.

Dal lato input, il credito di imposta incrementale può aiutare a sostenere l’attuale trend positivo di crescita nell’industria degli addetti qualificati o specializzati, che dal 2010 al 2013 ha visto più di 12.000 nuovi addetti alla R&S, di cui 4.800 ricercatori, con una previsione in Italia di circa 46.000 ricercatori industriali. Inoltre questo provvedimento può favorire in Italia la ripresa degli affidamenti in outsourcing delle attività di ricerca e sviluppo tecnologico delle aziende, affidamenti che dal 2011 sono crollati del 26% attestandosi a 1.8 miliardi di euro nel 2013, con particolare riferimento a commesse affidate a centri di ricerca privati (-56%), a università (-53%), ad altre imprese del gruppo o esterne (-39%). Riattivare questa rete virtuosa di collaborazioni è condizione necessaria per ottimizzare le risorse del Paese nel campo della ricerca industriale e dello sviluppo tecnologico.

Più problematica è la situazione degli affidamenti di attività di ricerca da parte di  imprese all’interno dello stesso gruppo, con particolare rilevanza per le quelle multinazionali che operano in Italia anche con strutture dedicate alla R&S. Questi affidamenti sono diminuiti del -29% nel triennio 2011-2013 e rischiano di essere non coperti dalla attuale normativa sia del Credito d’Imposta sia del Patent Box.  Al riguardo si è messo in evidenza da parte di AIRI la necessità di pronti interventi migliorativi che tengano anche conto dell’importante apporto in Italia delle aziende multinazionali.

Secondo AIRI nel medio periodo occorrerà equilibrare, con maggiori componenti volumetriche e con più ampie disponibilità finanziarie, il sostegno fiscale agli investimenti in ricerca intra-muros, e non solo extra-muros, delle aziende. Senza questo riequilibrio c’è il rischio, infatti, che lo strumento fiscale possa creare effetti potenzialmente distorsivi, incentivando troppo la ricerca extra-muros rispetto a quella intra-muros.

E’ stato messo in evidenza inoltre che il Patent Box, premiando la valorizzazione dei risultati della ricerca svolta nel Paese, sia in termini di brevetti che di marchi, è in grado di attrarre in Italia attività da parte di multinazionali e di incentivare il già buon andamento della crescita delle invenzioni e delle innovazioni, frutto della ricerca e dell’innovazione tecnologica delle imprese italiane, incluse le multinazionali con sede in Italia e che svolgono attività di ricerca in Italia. Al riguardo i brevetti italiani depositati in Europa nel 2015 apportano un aumento dello 0,10% sul totale mondiale rispetto all’anno precedente (3.979 domande all’Ufficio Europeo Brevetti e 2.476 concessioni).

La misura può favorire inoltre la bilancia tecnologica per quanto riguarda lo scambio di licenze, marchi, modelli e disegni, che oggi ha un saldo negativo per -887 milioni.

"Credito d’imposta per la ricerca e Patent Box sono iniziative politiche e misure ministeriali sulle quali è possibile costruire una valida architettura fiscale a sostegno della ricerca industriale delle imprese.” – ha commentato il Prof. Renato Ugo, Presidente di AIRI. “Si deve constatare, però, che sta sorgendo il pericolo di introdurre approcci interpretativi restrittivi o disincentivanti verso le attività di ricerca e sviluppo svolte da aziende innovative che operano in Italia in una dimensione di gruppo industriale, in particolare se multinazionale. Si potrebbe creare un precedente che è contrario allo spirito delle misure stesse che mirano a sviluppare il potenziale tecnologico del Paese nel suo insieme e ad attrarre in Italia investimenti non solo immateriali, ma anche strutturali dedicati alle attività di R&D di aziende multinazionali operanti in Italia”.

Conclude il Presidente di AIRI: “L’attrattività del nuovo modello fiscale va rafforzata nel breve-medio periodo con opportune semplificazioni e con il potenziamento dei rapporti delle aziende con le Istituzioni che definiscono le politiche fiscali, oltre che con dotazioni finanziare adeguate e con una copertura non solo incrementale ma in parte anche volumetrica.

A chiusura dei lavori, si è svolta la cerimonia di consegna del Premio Oscar Masi per l’Innovazione Industriale, quest’anno dedicato al tema: Processi o prodotti innovativi in linea con il manufacturing intelligente del futuro. Una Giuria composta da rappresentanti del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e del Ministero dello Sviluppo Economico, dell’AIRI e da due esperti del settore di chiara fama, ha conferito il Premio a PIRELLI TYRE per la tecnologia CVA – Controllo visivo automatico del pneumatico, “Sistema automatico di analisi del prodotto finito mediante sistemi innovativi di visione artificiale”.

Ha ricevuto il Premio l’Ing. Gianni Mancini, responsabile di “Processes and Equipment” per Pirelli Tyre, con lui i ricercatori coinvolti nello sviluppo dell’innovazione.

L’innovazione CVA è un robot che utilizza la visione artificiale per riconoscere, in modo automatico e senza interruzione del ciclo produttivo, eventuali difetti di ogni zona del pneumatico, garantendo risposte in tempi compatibili con il ciclo di produzione. Le metodologie di calibrazione e auto-diagnosi poggiano su avanzati algoritmi necessari all’elaborazione delle immagini e la conseguente individuazione dei difetti. Inoltre CVA integra robotica, visione artificiale 2D e 3D e Big Data, ed è interconnesso ad una infrastruttura IT di fabbrica ad elevate prestazioni, basata su comunicazioni ultraveloci nonché sistemi di storage dei dati che consentono la produzione e archiviazione di enormi quantità di dati (Big Data), interpretabili mediante tecniche di machine learning e data mining, con la finalità di monitorare e controllare il processo produttivo.

Gli aspetti innovativi tecnologici si riscontrano nell’utilizzo di telecamere ad alta velocità e nell’applicazione di metodi di visione artificiale per l’identificazione dei possibili difetti, mediante algoritmi di autoapprendimento, e il loro riconoscimento, con lo sviluppo di algoritmi ad elevata precisione che condividono risorse HW in maniera efficiente che consentono la riduzione del tempo ciclo di controllo.

Pertanto la tecnologia si candida quale efficiente soluzione nell’ambito dei criteri di Industria 4.0 in alternativa all’attuale controllo visivo umano un lavoro ripetitivo, faticoso e usurante. Potenzialmente il Controllo Visivo Automatico può essere adattato ad altri settori industriali che richiedono il controllo visivo umano nei propri cicli produttivi con benefici sociali connessi al superamento di alcuni aspetti di lavoro usurante.

Con un messaggio video pervenuto alla platea, Marco Tronchetti Provera, A.D. di Pirelli ha dichiarato:

“Ringrazio l’AIRI ed il Prof. Renato Ugo per avere assegnato il prestigioso premio OSCAR MASI 2016 al Gruppo Pirelli. Il Progetto Pirelli CVA - Controllo Visivo Automatico - che oggi viene premiato, ha l’obiettivo di superare il processo di controllo visivo manuale attraverso l’introduzione di tecnologie innovative basate sulla visione artificiale e l’automazione più spinta, ed è stato implementato dai nostri ricercatori prima della concorrenza.

Il riconoscimento che viene oggi assegnato a Pirelli è uno stimolo per i nostri ricercatori a creare soluzioni sempre più avanzate, è uno stimolo per il Gruppo a continuare lo sforzo di ricerca in collaborazione con le Università ed i Centri di Ricerca più prestigiosi, ed è uno stimolo per il Paese nel considerare sempre di più la ricerca quale volano dell’innovazione e della crescita”.

Il Presidente di AIRI Professor Renato Ugo ha concluso la Giornata AIRI per l’Innovazione Industriale affermando che: “L’industria nazionale sta affrontando temi   quale l’evoluzione verso Industria 4.0 che non sarà una trasformazione qualsiasi. Prima che tecnologica, sarà una rivoluzione culturale. Riguarda infatti il rapporto fra l’uomo e i sistemi automatici di controllo e gestione della produzione,  oltre che la crescita di tutte le imprese, poiché questa trasformazione, nata nella grande industria, sta permeando anche le aziende piccole, modificando la catena di produzione, la logistica e il tipo di competenze, progettuali e professionali necessarie per stare sul mercato. Stiamo iniziando così un percorso di modernizzazione digitale della nostra industria che include robotica e sensoristica.

Per affrontare un così rilevante processo di trasformazione strutturale, culturale e di  valorizzazione delle attività aziendali di R&D, colmando anche  il divario che esiste tra il sistema Paese ed altre esperienze europee e statunitensi,  appare necessario che la ricerca industriale e lo sviluppo tecnologico acquistino un maggior peso specifico nell’agenda del governo del Paese anche con il fine di stimolare una forte apertura al ruolo dell’innovazione responsabile che tenga conto della ricerca industriale per il miglioramento degli aspetti sociali dell’azienda e delle condizioni di lavoro”.
 
Altre news
20/04/2017 - Unione Fiduciaria archivia un altro esercizio positivo: ricavi a € 37.937.457 +6,50 % rispetto al 2015
13/04/2017 - Auguri di Buona Pasqua
03/02/2017 - Nasce un sito dedicato da Unione Fiduciaria al Whistelblowing il fischietto elettronico che segnala gli illeciti nel settore del credito: banche, intermediari e professionisti
31/01/2017 - Conto alla rovescia per le nuove norme antiriciclaggio
22/12/2016 - Agenas: l’Istituto Clinico Città Studi è al primo posto in Lombardia nella cura dell’ictus ischemico (mortalità a 30 giorni)
09/11/2016 - L’istituto Clinico Città Studi per il Togo
24/10/2016 - Cleptocrazia
21/10/2016 - Banca d’Italia inserisce Unione Fiduciaria nella sezione speciale degli Intermediari Finanziari.
13/10/2016 - Un murales per i settant’anni di Perfetti van Melle
06/10/2016 - Forbici Molecolari per fermare l’HIV
26/09/2016 - Milano al centro delle innovazioni del prossimo futuro
15/09/2016 - “Ho visto più lontano. Viaggio-inchiesta tra le eccellenze della ricerca e del made in Italy” di Paolo Gila
01/09/2016 - SALUTE E BELLEZZA DEL SORRISO - NUOVO DAYGUM WHITE PER UNO SMALTO PIU’ BIANCO
08/06/2016 - I mutamenti epocali nell’organizzazione delle banche In un convegno di Unione Fiduciaria il Decreto Banche, Anatocismo e i nuovi sistemi di garanzia dei depositi.
23/05/2016 - Misurare per decidere, con il ‘modello Academy’. Sperimentate innovative collaborazioni tra aziende sanitarie e impresa, per migliorare efficienza e sostenibilità del sistema
22/04/2016 - Unione Fiduciaria conferma il suo primato nel mercato italiano. I ricavi passano da Euro 30.209.082 a Euro 35.469.635; l’utile netto cresce del 73 per cento e si attesta a Euro 3.477.058
11/04/2016 - Istituto Clinico Città Studi: Il Laser al Thullio nel trattamento della ipertrofia prostatica benigna sintomatica
27/01/2016 - SIGLATO IL NUOVO CONTRATTO INTEGRATIVO IKEA
27/01/2016 - Nel 2015 Novartis realizza una forte crescita del fatturato e un incremento del core margin, in valuta costante1. Annunciato un programma per accelerare la crescita di Alcon e l’ottimizzazione delle attività industriali
27/01/2016 - WELFARE IKEA
27/01/2016 - T.I.M.E. (Trova il miglior equilibrio)
18/11/2015 - Palazzo Parigi Milano per il ritiro della “Menzione Speciale”
30/10/2015 - VOLONTARI PER UN GIORNO I dipendenti di Perfetti Van Melle dedicano una giornata alla loro comunità. Lainate 31 OTTOBRE 2015
27/10/2015 - Video campagna Oltrecasello le guide di Autovie Venete
17/09/2015 - OltreCasello: le guide di #Autovie Venete per i turisti autostradali
01/09/2015 - MENTOS #COOL: il chewing gum “social”… e cool
03/08/2015 - Autovie - Portogruaro. Si presenta oggi, alle 12,00 la guida di OltreCasello dedicata a Portogruaro
29/05/2015 - Oltre e-customs la dogana per il mercato unico digitale. Nasce nella piattaforma logistica IKEA di Piacenza il primo Corridoio Doganale Controllato su gomma in Italia.
28/05/2015 - Parole, teatro e musica In Humanitas arrivano i Tessitori di voce
27/05/2015 - AIRI: Il nuovo Programma Nazionale della Ricerca 2014-2020 avvicinerà l’Italia all’Europa. L’Associazione chiede una governance più snella delle misure a sostegno della ricerca industriale.
06/05/2015 - ‘Avanti il prossimo!’, l’attenzione ai bisogni della comunità, dei più deboli e del territorio al centro del Novartis Community Partnership Day 2015
01/05/2015 - La collana Oltrecasello
01/05/2015 - E’ stata realizzata la quarta guida della collana Oltrecasello dedicata alla tratta autostradale Palmanova Cordignano. Sarà distribuita da Autovie Venete a partire da giugno 2015.
09/04/2015 - IKEA PRESENTA LE POLPETTE VEGETARIANE
09/04/2015 - #IKEAtemporary 10 aprile - 30 settembre 2015 Via Vigevano, 18 - Milano
31/03/2015 - Tumore alla prostata, biopsia mirata con fusion imaging
20/03/2015 - IKEA ITALIA A SOSTEGNO DELLA CRESCITA
20/03/2015 - #IKEAtemporary 10 aprile - 30 settembre 2015 Via Vigevano, 18 - Milano
06/03/2015 - Takaschi Murakami per Frisk
27/01/2015 - Nel 2014 Novartis realizza una solida crescita del fatturato, un incremento del margine e progressi nella pipeline; la trasformazione del portfolio permetterà al Gruppo di focalizzarsi sui business chiave
20/01/2015 - Grazie ai clienti IKEA, con la campagna “Un peluche per l’istruzione” sono stati raccolti 10.1 milioni di euro per aiutare i bambini in Africa, Asia ed Europa
16/01/2015 - Come accedere alla Voluntary Disclosure? Quali sono le nuove norme fiscali? Quali sono le scadenze per i pagamenti?
03/11/2014 - SARA’ UN BUON GIORNO, ANCHE A NATALE
10/06/2014 - CHUPA CHUPS PRESENTA: CHUPA CHUPS GOMMIX!
21/05/2014 - 25 ANNI DI IKEA IN ITALIA
07/03/2014 - Comunicare la ricerca: al via la sesta edizione del Premio Grande Ippocrate
07/03/2014 - IN UN ANNO IKEA ITALIA TAGLIA I CONSUMI DI ENERGIA DEL 6% E LE EMISSIONI DI CO2 DEL 10%, PRODUCE OLTRE 6 MILIONI DI KWH DAI SUOI IMPIANTI FOTOVOLTAICI.
03/03/2014 - Con due nuovi mitici gusti. Torna il chewing gum cult degli anni ‘80
23/05/2013 - Freschezza senza fine con il nuovo Mentos 45’
16/05/2013 - Airi: la strada della ricerca industriale deve essere sostenibile e responsabile
21/03/2013 - Il Gruppo BASF in Italia: fatturato in crescita per il 2012, ma il business chimico risente delle difficoltà dei settori a valle
07/02/2013 - VINCI OGNI ORA CON VIVIDENT E AIR ACTION VIGORSOL
04/02/2013 - IKEA RACCONTA L’ITALIA CHE CAMBIA TRA FAMIGLIE IN EVOLUZIONE, COABITAZIONI E NUOVI INIZI
01/02/2013 - Al via il gioco a premi AT HOME sulla sicurezza in casa, dedicato agli alunni delle scuole italiane. Obiettivo: imparare a vivere la casa in modo corretto e consapevole
20/11/2012 - St. Jude Medical ha ottenuto l'approvazione CE della valvola cardiaca aortica transcatetere Portico
19/11/2012 - Premiato con il 'Grande Ippocrate' l'impegno scientifico e divulgativo di Antonio Giordano, contro tumori e inquinamento ambientale
09/11/2012 - LIBERI DI RESPIRARE CON GOLIA ACTIV PLUS!
02/11/2012 - GOLIA ACTIV HERBS: LE ERBE SECONDO GOLIA
23/10/2012 - IL GRUPPO IKEA LANCIA LA NUOVA STRATEGIA PER LA SOSTENIBILITÀ: PEOPLE & PLANET POSITIVE
05/10/2012 - VIVIDENT ACTIVE SKY LAB: UNO SPOT PER UN CHEWING GUM HI-PERFORMING
03/10/2012 - IKEA Italia chiude l’anno commerciale 2011/12 con 1.598 milioni di euro di vendite (-2,6 %) e una rete di 20 negozi
25/09/2012 - St. Jude Medical riceve il marchio CE per il neurostimolatore Eon Mini, il più piccolo dispositivo ricaricabile al mondo per curare l'emicrania cronica
21/09/2012 - IKEA Brescia domani mette a letto i suoi clienti
21/09/2012 - PORTOPICCOLO FESTEGGIA IL COMPLETAMENTO DEI PRIMI ALLOGGI
07/09/2012 - “BASTA POCO PER CAMBIARE”: IKEA LANCIA UN MESSAGGIO CONTRO LA CRISI CON UN NUOVO SPOT TV IN CUI INVITA TUTTI A CAMBIARE, A “DARSI UNA MOSSA”
10/05/2011 - Dalla comunicazione ‘One to Many’ alla comunicazione ‘Many to Many’